Tra l’edizione 2001 (7th) del Nutrients Requirement of Dairy Cattle e quella 2021 (8th) sono trascorsi 20 anni, un tempo di lunghezza siderale se si pensa a come sono evolute le bovine da latte nei nostri allevamenti in questo periodo. Quello che chiamavamo in gergo NRC 2001, si chiama ora NASEM 2021, a causa del cambiamento del nome dell’editore della pubblicazione da National Research Council (NRC) a National Accademy of Science, Engineering, Medicine (NASEM). Essendo finalmente uscito a dicembre questo “libro”, l’interesse di tutti i nutrizionisti di bovine da latte è capire quali fabbisogni siano cambiati e di quali nutrienti.

In questo primo articolo ci focalizziamo sul confronto tra i fabbisogni nutritivi delle bovine da latte nella fase di asciutta e transizione, ossia da 21 giorni prima del parto alle prime 2-3 settimane di lattazione.

Nella tabella sottostante sono riportate le differenze nel dettaglio.

Asciutta, fase centrale

Sia nell’NRC 2001 che nel NASEM 2021 viene presa come riferimento una durata convenzionale dell’asciutta di 60 gg. L’ingestione stimata oscilla tra 14.4 e 13.7 kg di sostanza secca. La concentrazione di proteina grezza della razione varia, rispettivamente, tra il 9.9 e l’11.9 %. Tra le due edizioni esiste pertanto una differenza di 229 gr/capo/die di proteina a favore di NASEM 2021. Nell’NRC 2001 non veniva indicato un fabbisogno di amido mentre nel NASEM 2021 è stato incluso ed è compreso in un range del 15-20 % al massimo.

Si modificano i fabbisogni di quasi tutti i macroelementi, anche se forse ci saremmo aspettati un aumento di quelli di magnesio e un livello più realistico di potassio, considerando che almeno in Italia l’apporto reale di questo elemento è decisamente più alto. Relativamente agli oligoelementi rileviamo un significativo incremento dei fabbisogni di cobalto, manganese e zinco. I fabbisogni di vitamine liposolubili rimangono sostanzialmente immutati mentre non vengono date indicazioni sui fabbisogni di vitamine idrosolubili. Secondo il NASEM 2021, una bovina in asciutta necessita di un’integrazione di circa 82.000 UI/die di Vitamina A, 22.000 UI/die di vitamina D e 1.200 UI di Vitamina E.

Prima fase della transizione o preparazione al parto

Nell’NRC 2001 tale fase è definita “giorni 270 di gravidanza” mentre in NASEM 2021 è indicata come “< 21 gg prima del parto“. Per questa ragione fare un paragone risulta improprio ma è doveroso farlo. L’ingestione in NASEM 2021 risulta minore (12.3 vs 13.7 kg sostanza secca) di NRC 20021, e questo valore è sicuramente più plausibile. La concentrazione energetica della dieta passa da 1.05 a 1.49 mcal/kg, mentre la concentrazione proteica (proteina grezza) consigliata passa dal 10.8% al 14.3%, con una differenza molto elevata e derivante principalmente dalla quota indegradabile (2.1 vs 4.3%).

Il livello dei macrominerali ha delle differenze soprattutto a carico della concentrazione di calcio (0.45 vs 0.39%) e di fosforo (0.23 vs 0.21%). In NASEM 2021 viene consigliato un DCAD-s minimo di – 100 mEq/kg. Relativamente agli oligoelementi ci sono differenze soprattutto a carico del manganese e dello zinco. Tra le vitamine liposolubili si nota un incremento significativo della vitamina E, che passa dalle 88 ai 181 UI per Kg di sostanza secca, per cui una bovina in preparazione al parto avrebbe un fabbisogno di 2263 UI/die.

Seconda fase della transizione o puerperio

Nell’NRC 2001 vengono rappresentati i fabbisogni nutritivi relativi a 11 giorni medi di lattazione distinguendo per produzioni di 25 e 35 kg di latte. Nel NASEM 2021 la suddivisione è tra primipare con 15 giorni medi lattazione e pluripare con 20 giorni medi lattazione (DIM). Il livello di ingestione cambia molto, passando dai 15.6 kg di latte per le bovine di 35 kg e 11 di DIM dell’NRC 2001 ai 25.8 kg delle pluripare a 20 DIM.

Elevate le differenze relative sia ai fabbisogni proteici che quelli energetici. NASEM 2021 introduce il fabbisogno di amido, anche se uguale per tutta la lattazione e compreso in un range del 25-33 %. Sia in NRC 2001 che in NASEM 2021 non vengono riportati i fabbisogni di lipidi, almeno nelle rispettive tabelle riassuntive. Sia per i macro che per i micro ci sono differenze, mentre calano i fabbisogni delle tre vitamine liposolubili.

Conclusioni

La presente revisione narrativa ha confrontato le tabelle 14-8 e 14-9 dell’NRC 2001 relative ai fabbisogni di bovine di razza Holstein nella fase di transizione e la tabella 21-1 del NASEM 2021. Queste tabelle hanno per i nutrizionisti un valore relativo, in quanto i piani alimentari per i bovini da latte vengono in genere calcolati utilizzando il CNCPS e i suoi programmi applicativi.

Per approfondire l’argomento si raccomanda la lettura integrale del NASEM 2021 soprattutto dei capitoli dove si approfondiscono i vari aspetti della nutrizione.

Print Friendly, PDF & Email