Effetti dell’acido mefepronico sulla stimolazione perossisomiale epatica ed il miglioramento dell’attività riproduttiva, nella bovina da latte

Il periodo di transizione, nella bovina da latte, è il periodo compreso tra le ultime tre settimane di gravidanza e le tre settimane successive al parto.

In tale periodo la bovina, per soddisfare l’aumentata richiesta energetica, mobilita dal tessuto adiposo gli acidi grassi a lunga catena che vanno in circolo come acidi grassi non esterificati (NEFA) . L’eccessiva lipomobilizzazione può comportare l’accumulo di trigliceridi in sede epatica con sviluppo di steatosi e di patologie correlate, quali chetosi e dislocazione abomasale .

Nel metabolismo lipidico e nella differenziazione degli adipociti sono coinvolti numerosi geni la cui azione è modulata dai peroxisome proliferators-activated receptors (PPARs), appartenenti alla superfamiglia dei recettori nucleari e presenti in tre isoforme (α, β/δ e γ). I PPAR α, abbondantemente espressi nei tessuti ad elevato catabolismo lipidico, sono attivati da numerosi agonisti tra i quali l’acido mefepronico (MA) che promuove la ß-ossidazione perossisomiale e la gluconeogenesi epatica.

Inoltre, nella bovina da latte, vi è una stretta relazione tra le disfunzioni epatiche e i disordini riproduttivi. D’altra parte, in questa specie, i PPARα e la β-ossidazione perossisomiale sono importanti per il catabolismo dei NEFA nel periparto.

L’MA, commercializzato come Hepagen® (Fatro, Bologna, Italia), è utilizzato nella pratica clinica veterinaria per il trattamento della chetosi, delle malattie epatiche e nei casi di sindrome della vacca grassa.

Uno studio recente, condotto da Rizzo et al. , ha voluto indagare l’efficacia dell’MA (Hepagen®) nel supportare la funzionalità epatica e metabolica e, di conseguenza, le performancesriproduttive nella bovina da latte.

Il protocollo prevedeva la somministrazione di 50 mL di Hepagen® (corrispondenti a 5 g di MA) entro 24 ore e a distanza di 3 e 5 giorni dal parto.

Il trattamento con MA stimolerebbe la secrezione di insulina da parte delle cellule β-pancreatiche, la sua attività a livello di recettori specifici e, più in generale, le funzioni metaboliche dell’organismo. Inoltre, nello stesso gruppo, a livello di epatociti, si evidenziava la progressiva diminuzione del contenuto lipidico, l’incremento del glicogeno, nonché una maggiore espressione dei recettori PPAR α (Figg. 1-3). Circa i parametri riproduttivi, il loro miglioramento, dopo somministrazione di MA (Tab. 1), sembrava dipendere dalla migliore funzionalità epatica, con incremento del colesterolo (noto precursore del P4), della funzionalità ovarica e del microambiente tubarico/uterino e con riduzione di patologie nel post partum.

Gli Autori concludevano che l’MA si potrebbe considerare un valido presidio veterinario nel migliorare la funzionalità epatica, in quanto in grado di ottimizzare il metabolismo ed i parametri riproduttivi nella bovina in postpartum.

111

Fig. 1: Sezioni di fegato bovino colorate con blu di toluidina a D15 (15 giorni postpartum) e D30 (30 giorni postpartum) che evidenziano il contenuto di lipidi. B,C: Group CTL (bovine controllo); E,F: Group MA (bovine trattate con MA). CV: vena centrolobulare, frecce: vacuoli lipidici.

222

Fig. 2: Sezioni di fegato colorate con Ematossilina-PAS in cui si evidenzia il contenuto di glicogeno (rosso magenta), a D15 (15 giorni postpartum) e D30 (30 giorni postpartum). B, C: Gruppo CTL; E, F: Gruppo MA. CV: vena centrolobulare; frecce: vacuoli lipidici.

333

Fig. 3: Epatociti PPARα immuno-positivi a D15 (15 giorni postpartum) e D30 (30 giornipostpartum) nel Gruppo trattato (MA) e controllo (CTL). Gruppo MA vs Gruppo CTL: A, P<0.01.

P4 T11 (ng/mL) P4 T13 (ng/mL) Parto-1°calore Parto-concepimento % Gravidanda 1° F.A. % Gravidanda 2° F.A.
Gruppo MA 5.46±0.43 6.47±0.37 A 50±3.7 A 92±2.8 A 57 71
Gruppo CTL 3.70±0.52 4.24±0.37 B 74.36±6.2 B 121.4±3.6 B 50 64

Tab. 1: Concentrazioni di P4 (media ± D.S.) a T11 e T13 (11e 13 giorni dopo F.A.) e parametri riproduttivi, nei Gruppi trattato (MA) e controllo (CTL). A,B: P<0.05.

Print Friendly, PDF & Email